Avvisi & News


ICONS

è una Mostra collettiva di opere realizzate da noti artisti dello scenario locale e nazionale ispirate ad un’icona della musica di ieri o di oggi scelta dall’autore in base alle sue preferenze

Mostra promossa dall’Associazione TempoLibero in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli

PAN Palazzo delle Arti Napoli

4-16 settembre 2019

Vernissage 9 settembre 2019 ore 18,00

Mostra a cura di Clorinda Irace 

Allestimento Alexandra Abbate

COMUNICATO STAMPA

Alla base di questa mostra vi è l’idea, cara all’associazione TempoLibero (promotrice di mostre dedicate a Gabriel Garcia Marquez e ad Umberto Eco) che gli artisti – con i loro tanti linguaggi – riescono brillantemente ad esprimere e raccontare le persone che amano

e che hanno inciso sulla loro formazione. Per questa esposizione, la curatrice Clorinda Irace, ha chiesto agli artisti invitati di farsi moltiplicatori, con la propria opera, di miti - musicali che hanno amato e amano. Gli esiti sono sorprendenti poiché emerge un

panorama variegato in cui ad icone del nostro presente (Paolo Conte, Franco Battiato, Pino Daniele, Luciano Berio, John Lennon, tanto per citarne qualcuno) si affiancano quelle del passato (Mozart, Vivaldi) o anche strumenti musicali (come lo spettacolare

violino nell’opera “Il Violinista”), icone del jazz o l’immagine di un suono primordiale. Tante le tecniche e le scelte artistiche ma, comune a tutte le opere, è la passione con cui gli artisti hanno lavorato, ciascuno con la propria, riconoscibile, cifra stilistica. Molto

interessante e lineare l’allestimento di Alexandra Abbate che conduce il visitatore in un percorso molto coinvolgente tra miti della musica di ieri e di oggi. Coinvolti artisti di diversi ambiti - fotografia, scultura, pittura - eterogenei per generazione, scelte artistiche, formazione ma accomunati da un elemento: la passione per la musica ed i suoi interpreti, di ieri o di oggi.

La mostra si iscrive nel più ampio progetto LA MUSICA E LA CITTA’ che per il 2019, anno della musica, l’associazione TempoLibero sta portando avanti. Prima tappa dello stesso è stata l’esposizione fotografica dall’omonimo titolo di Nando Calabrese al Maschio Angioino. Il progetto prevede il coinvolgimento di giovani musicisti attraverso un raccordo con scuole ad indirizzo musicale.

Gli studenti, guidati dai loro docenti, animeranno con performance sonore e coreografie l’inaugurazione e il finissage della mostra al Pan nonché – nei giorni di esposizione - momenti di ascolto relativi alle icone di cui gli artisti hanno riproposto la figura e l’opera.

Una esposizione che presenta valore culturale elevato ed intende promuovere artisti che vivono e operano perlopiù a Napoli ed in Campania. Inoltre, per la qualità delle opere proposte e per la semplice leggibilità del tema proposto, la mostra è fruibile da un vasto ed eterogeneo pubblico che potrà visitarla a titolo gratuito incontrando gli artisti che saranno a turno presenti nei giorni di esposizione.

Il Catalogo, con testi di Nino Daniele e Clorinda Irace, è edito da Alfa tipografia e curato da Antonio Picardi per la grafica. 

Il sito web: www.lamusicaelacitta.it racconta l’intero progetto.



IL PROGETTO

Il progetto LA MUSICA E LA CITTA’ si svolge nell’anno 2019 a Napoli secondo le tappe indicate. Le location del progetto sono istituzionali e prestigiose, in considerazione dell’alto valore delle iniziative proposte che vedono il coinvolgimento di artisti di chiara fama, esperti, nonché di associazioni ed Istituti scolastici statali. L’associazione promotrice, TempoLibero, vanta oltre dodici anni di attività nel campo dell’arte e della cultura (www.associazionetempolibero.it) ed è apprezzata per le sue molteplici attività senza scopo di lucro. 

LA MUSICA E LA CITTA’: due mostre, convegni, dibattiti, incontri per un grande tema, la musica a Napoli   

Il progetto LA MUSICA E LA CITTA’ promosso dall’associazione TempoLibero per l’anno 2019, mette in pratica le finalità statutarie dell’associazione e cioè diffondere e promuovere la cultura locale  e coloro che ne sono i protagonisti, artisti, musicisti, studiosi. Nell’ anno della musica, l’associazione ha inteso proporre un focus su questa tematica così affascinante elaborando un articolato percorso che mira a tracciare –idealmente - una linea sul rapporto tra la musica e la città ieri e oggi.  

Obiettivi principali di questo progetto sono due:

1)     favorire la conoscenza della prestigiosa ed antica tradizione musicale della città, con riflettori sul passato e sul presente, analizzando, infine, il ruolo del musicista oggi

2)      favorire la valorizzazione e la conoscenza approfondita della città sottolineando  luoghi meno noti ma che hanno fatto da sfondo alla grande tradizione musicale napoletana.

 

Il progetto nasce in continuità con quanto realizzato dall’associazione TempoLibero nel 2018 e cioè il progetto intitolato “L’arte e la città”.LA PRIMA ESPOSIZIONE: Come per il precedente progetto, punto di partenza, è la mostra fotografica di Nando Calabrese, LA MUSICA E LA CITTA’ ad aprile presso il Maschio Angioino di Napoli, evento inserito nel programma di Piano City Napoli 2019. In questa serie di scatti sono stati inseriti, in luoghi simbolo della storia della musica a Napoli, musicisti contemporanei colti durante l’esecuzione di brani musicali. Un nuovo appuntamento con immagini capaci di svelare luoghi della città legati alla musica e di sollecitarne la riscoperta e il recupero. A tal scopo, la mostra coinvolge studenti dei licei musicali (a cui è dedicato uno scatto intitolato “Il futuro”).

LA SECONDA ESPOSIZIONE: Il progetto prosegue poi, a settembre 2019, con una grande collettiva al PAN, ICONS, in cui artisti contemporanei di chiara fama sono chiamati ad esporre un’opera sulla loro ICONA MUSICALE. Pittori, scultori, fotografi, incisori, tutti protesi verso un unico fine: rappresentare la musica nel suo rapporto vivo con la città, coi suoi artisti. La mostra coinvolge artisti di tutta la Campania. Previste visite guidate per le scuole e per gruppi tenute da esperti di didattica e di musica..Per le persone in condizione di disabilità, l’associazione Terra libera metterà a disposizione i suoi esperti per visite guidate ed accompagnamento. Al vernissage, prevista una performance con musicisti e danzatori di chiara fama ispirata a quanto rappresentato dagli artisti visivi.

 Oltre alle due mostre, sono previsti una serie di incontri, conferenze  e dibattiti con esperti di chiara fama rivolti ad un pubblico eterogeneo ed in particolare ai giovani onde approfondire la tematica delle due mostre, la musica e il suo rapporto con Napoli, ieri, oggi, domani (titolo del convegno ospitato dal Pan a fine mostra)

Numerosi i soggetti coinvolti:

per la prima mostra, LA MUSICA E LA CITTA’:

l’autore delle foto, NANDO CALABRESE, che in questa mostra dedicata alla musica ha avuto come obiettivo il rapporto della musica con la città di Napoli mentre in eventuali  successive tappe mira a prendere in considerazione il rapporto tra la musica e tutte le città della Campania.

Il curatore della mostra, PROF. MASSIMO BIGNARDI, docente dell’Università di Siena e direttore del museo FRAC (Fondo regionale arte contemporanea) di Baronissi (Sa)

L’architetto SERGIO ATTANASIO con l’associazione “Palazzi napoletani” che ha identificato i palazzi oggetto della mostra in cui sono state ambientate le foto dei musicisti selezionati dal Maestro STEFANO SOPRANI. A titolo esemplificativo, si cita la foto che riprende il flautista Marco Gaudino a Palazzo Sessa dove Mozart suonò nel Settecento: l’allusione al Flauto magico è lampante! (Si cita questo musicista e questo palazzo per dare un’idea della mostra, il catalogo illustra ogni scatto).

L’allestimento della mostra è stato progettato dagli studenti della sezione Architettura del Liceo Artistico “Palizzi” di Napoli nell’ambito di un progetto formativo                                                                                    La mostra è stata ospitata al Maschio Angioino di Napoli, Sale Vesevo e patrocinata dall’ASSESSORATO ALLA CULTURA del Comune di Napoli. Hanno contribuito le aziende Mandara, la GCO srl di Napoli e la TECNOIN Geosolution spa, il Gruppo Capri, Alberto Napolitano piano                                                             Il video è’ stato realizzato da Nando Calabrese con la consulenza del maestro STEFANO SOPRANI già Direttore del Teatro dell’Opera di Roma e dell’architetto SERGIO ATTANASIO.

Per la seconda mostra ICONS:  Oltre 30 PITTORI, SCULTORI, FOTOGRAFI campani di chiara fama, A titolo puramente esemplificativo si citano alcuni degli artisti aderenti al progetto: GERARDO DI FIORE, ROSA PANARO, TONY STEFANUCCI, ROSARIA MATARESE, AULO PEDICINI, (appartenenti alla generazione che ha innovato l’arte a Napoli nel dopoguerra) ma anche validi artisti più giovani come ROSARIA CORCIONE, FRANCESCO ALESSI, FRANCESCO FABOZZI.    

La curatrice della mostra, CLORINDA IRACE, docente ed esperta di arte contemporanea con all’attivo numerose pubblicazioni e curatele.    L’architetto ALEXANDRA ABBATE, curatrice dell’allestimento, docente. La casa editrice e network IL MONDO DI SUK, media partner ed ufficio stampa della mostra.

 La mostra è ospitata al PAN Palazzo delle Arti Napoli, e patrocinata dall’ASSESSORATO ALLA CULTURA del Comune di Napoli



Presentazione al PAN|Palazzo della Arti di Napoli del saggio di Milena Esposito

EMILY DICKINSON 

Il sogno del diavolo

Milena Esposito narra con gran garbo la vita, la poetica e la visione ultraterrena di una donna che  scelse la solitudine, la poesia e la disciplina come compagne e confidenti.
Un libro che parte dalla lettura del suo cielo natale, indaga il suo archetipo, i suoi amori, le sue paure, le piccole gioie, ingredienti di un messaggio inaffondabile.


Curatore  Prof. Massimo Bignardi, docente presso Università di Siena e direttore del Museo-FRaC,Baronissi

Consulente architettura Prof. Architetto Sergio AttanasioPresidente Associazione Palazzi Napoletani Presidente Premio Internazionale  Cosimo Fanzago

Consulente musicale Maestro Stefano Sovrani Musicista e Direttore d’orchestra 

Dopo il notevole successo di pubblico e di critica della mostra “L’arte e la città” realizzata nel gennaio 2018 al PAN Palazzo delle Arti Napoli, si propone una mostra che sviluppa ed amplia il discorso intrapreso con la suddetta mostra riproponendo una nuova serie di scatti su Napoli che hanno come denominatore comune l’inserimento, in luoghi simbolo della storia della musica a Napoli, di volti di musicisti contemporanei, noti o meno noti, colte durante l’esecuzione di brani musicali.

Un nuovo appuntamento con immagini capaci di svelare luoghi della città legati alla musica e di sollecitarne la riscoperta e il recupero.

La mostra sarà accompagnata da un video di Nando Calabrese che durante l’inaugurazione sarà proiettato e – nel corso della mostra, si promuoveranno, in collaborazione con associazioni del territorio, visite guidate a luoghi emblematici della musica a Napoli ed incontri con le persone ritratte che potranno offrire contributi musicali. Sarà stipulato un protocollo d’intesa con Licei musicali per coinvolgere le nuove generazioni che si stanno formando alla musica. Al tempo stesso, saranno coinvolte associazioni che si occupano di giovani in condizione di disabilità per favorire la loro fruizione della mostra e degli eventi correlati.
Come la precedente mostra “L’arte e la citta’“ (www.larteelacitta.it) questa nuova esposizione punta ad approfondire ed ampliare il discorso sui valori architettonici presenti in ogni angolo della città e sulla musica che da sempre è un grande valore di Napoli. Intende –inoltre – soffermarsi sulla condizione attuale dei musicisti, di coloro che oggi, a vario titolo, si occupano di musica. La mostra sarà fruibile da un vasto ed eterogeneo pubblico che potrà visitarla a titolo gratuito con la guida dell’autore e dei curatori.

Specifiche tecniche delle opere Le opere sono fotografie di formato 110 x 80 e saranno esposte secondo un progetto di allestimento che sarà curato dall’Architetto Sergio Attanasio, curatore della mostra con i suoi studenti della sezione Architettura del Liceo Artistico Palizzi di Napoli.

Piano di comunicazione La comunicazione attraverso web, stampa, social network, siti internet sarà curata dall’Associazione TempoLibero e dall’Associazione Palazzi Napoletani, che provvederà alla stampa dei materiali pubblicitari quali manifesti, brochure, locandine, banner. Sarà aperto un sito internet dedicato www.lamusicaelacitta.it 


Il sito delle Associazioni e le pagina Facebook contribuiranno alla diffusione dell’iniziativa. 
Sarà realizzato un catalogo LA MUSICA E LA CITTA’ e già attivo un sito web della mostra. 
Saranno promosse visite guidate ai luoghi della mostra in collaborazione con associazioni del territorio e momenti musicali che coinvolgeranno anche i licei musicali della città. 


COMING SOON A BENEVENTO

MOSTRA ITINERANTE “UN ECO X TUTTI”

ROCCA DEI RETTORI, BENEVENTO 16-26 MARZO 2019

INAUGURAZIONE 16 MARZO ORE 11,00

Interverranno:

gli artisti

clorinda Irace, Presidente Associazione TempoLibero

Mario Lanzione, Benevento Artestudio Gallery

CONCLUSIONI: FERDINANDO CREA

Aperitivo a cura di LA CASA DI BACCO Guardia Sanframondi

La mostra UN ECO X TUTTI è stata promossa nel 2016 – a pochi mesi dalla scomparsa di Umberto Eco - dall’associazione TempoLibero di Napoli presieduta da Clorinda Irace, ideatrice della mostra insieme all’artista Tony Stefanucci, creatore del logo.

Giunge nella città sannita nel marzo 2019 per volontà della Provincia di Benevento che ha fortemente voluto una mostra dai caratteri particolari e costantemente “in progress”. Questa la sua storia:

Patrocinata dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli, la mostra UN ECO PER TUTTI è divenuta itinerante per volontà dell’associazione che si è voluta fare portavoce di un messaggio culturale profondo, finalizzato a preservare la conoscenza di uno dei più famosi scrittori italiani. Attraverso una rete di contatti spontanei, non lucrativi e basandosi unicamente sul proficuo attivismo dei propri soci, si sono create opportunità di nuove esposizioni che ancora sono in corso. Nata nel giugno 2016 presso il MANN di Napoli, la mostra è stata poi ospitata al Museo di arte moderna di Pescara ; al Palazzo delle Arti di Agropoli – Salerno; a Miami, (curata da Oscar A. Fuentes) presso la Miami Beach Regional Library; a Roma, presso lo Studio Arte Fuori Centro nel giugno 2018. Giunge alla Rocca dei Rettori di Benevento nel marzo 2019 per una nuova edizione a cui collabora l’associazione Benevento Arte Studio Gallery fortemente radicata sul territorio.  

La mostra UN ECO X TUTTI si caratterizza sempre per gli allestimenti ideati e curati da Alexandra Abbate ed ogni edizione è diversa dalle altre grazie all’apporto di nuovi autori che, di volta in volta, arricchiscono la mostra con la propria partecipazione. La tappa beneventana prevede l’ingresso di artisti che operano nel territorio e che si aggiungono, insieme ad altri artisti napoletani, agli 83 partecipanti già presenti. La prima edizione al MANN di Napoli contava 43 lavori.

In mostra bozzetti di segnalibri, di dimensione 30x 10 cm, ispirati alla vita e all’opera di Umberto Eco e realizzati da artisti, poeti, scrittori, fotografi.

Clorinda Irace, ideatrice della mostra, afferma “Parte da Napoli e dalla sua creatività un evento culturale che con diversi linguaggi artistici promuove non la commemorazione ma la riproposizione di Umberto Eco. Tutti i soggetti coinvolti hanno amato i testi di Eco e con questa mostra si spera di diffonderne la conoscenza anche tra le nuove generazioni. La concomitanza della fiction Rai con l’edizione beneventana sarà un’opportunità per avvicinare un pubblico giovane che sarà invitato attraverso la collaborazione con le scuole del territorio ”


NOTE SULLE OPERE

In mostra artisti, poeti, scrittori che hanno realizzato un segnalibro riferito alle opere, alla personalità, agli studi di Umberto Eco. Scrittori e artisti, in alcuni casi, hanno lavorato insieme. Con diverse tecniche, svariati stili e una ardita fantasia, gli autori hanno lavorato in un formato piccolo (30 x 10 misurano i bozzetti dei segnalibri esposti) ma con la perizia e la cura che avrebbero dedicato ad un’opera di grandi dimensioni. Dalla scultura alla fotografia, dal ritratto alla geometria, dal figurativo all’astratto, dalla grafica al collage e a note poetiche e letterarie, molte sono le suggestioni offerte dai lavori in mostra, tutte riconducibili all’opera di Eco che con il suo lavoro ha segnato fortemente il secolo “breve”.






GLI ARTISTI PARTECIPANTI

Francesco Alessio - Vincenzo Aulitto - Luigi Auriemma - Mathelda Balatresi – Antonio Barone - Nadia Basso - Monica Biancardi - Nando Calabrese - Giulio Calandro - Francesco Calia - Antonio Carbone - Claudio Carrino - Marialuisa Casertano - Gabriele Castaldo - U.Ciaccio/A.Romita - Marisa Ciardiello - Franco Cipriano - Luisa Colangelo - Chiara Coccorese - Anna e Rosaria Corcione - V.Cortini/F.Gerla - Chiara Corvino - Giancarlo Costanzo - Giuseppe Cotroneo - Laura Cristinzio - Maria Pia Daidone - Libero De Cunzo - Armando De Stefano - Alessandro Del Gaudio - Luce Delhove – Pasquale Della Monaco - Pina Della Rossa - Mario Di Giulio - Francesca Di Martino - Lucia Di Miceli - Gaetano Di Riso - Gianfranco Duro - Ellen G - Peppe Esposito - Luciano Ferrara - R.Filadoro/D.Gallone - Diana Franco - Clara Garesio - Consiglia Giovine - Francesco Giraldi - Salvatore Giunta - Mauro Fiore Kronstadiano - Donato Izzo - Maria La Mura - Mario Lanzione - Silvana Leonardi - Franco Lista - E.Lucrezi/L.Pagano - Francesco Lucrezi - Gabriele Marino - Rosaria Matarese - Michele Mautone - Rita Mele - Mutandis - P.Nasti/E.Silvestrini - Maya Pacifico - Rosa Panaro - Peppe Pappa - Silvana Parente - Gloria Pastore - Aulo Pedicini - Francesco Peluso - Ernesto Pengue - S.Perrella/A.Petti - Mario Persico - Carolyn Peyron - Ivan Piano - Antonio Picardi - Giuseppe Pirozzi - Teresa Polidori - Annamaria Pugliese - Gualtiero Redivo - Rosella Restante - Carmine Rezzuti - Clara Rezzuti -Marcello Rossetti - Enzo Rusciano - Antonio Salzano - Matteo Sarro -Alba Savoi - Quintino Scolavino - Antonello Scotti - Eugenia Serafini - Grazia Sernia - Tony Stefanucci - Ernesto Terlizzi - Enzo Trepiccione - Marianna Troise - Ilia Tufano - Vittorio Vanacore - Francesco Verio - Mavi Rico Vidal - Carla Viparelli



info@associazionetempolibero.it 

www.associazionetempolibero.it  

Mobile +39 3351314431

Nelle varie edizioni, grazie alla partecipazione progressiva di nuovi autori: pittori, scultori, fotografi, poeti, scrittori e alle loro diversità espressive l'esposizione si è ARRICCHITA E COMPLETATA, Le opere-segnalibro, di dimensione 30 x 10 cm, vogliono evocare la grande opera letteraria di Umberto Eco che ha segnato fortemente il secolo “breve”.

GLI ARTISTI:

Francesco Alessio, Vincenzo Aulitto, Mathelda Balatresi, Antonio Barone, Monica Biancardi, Nando Calabrese, Francesco Calia, Antonio Carbone, Claudio Carrino, Diana Franco, Marialuisa Casertano, Gabriele Castaldo, U.Ciaccio/A.Romita, Marisa Ciardiello, Franco Cipriano, Chiara Coccorese, Anna e Rosaria Corcione, V.Cortini/F.Gerla, Giancarlo Costanzo, Chiara Corvino, Laura Cristinzio, Maria Pia Daidone, Libero De Cunzo, Pina Della Rossa, Armando De Stefano, Luce Delhove, Lucia Di Miceli, Gianfranco Duro, Mario Di Giulio, Francesca Di Martino, Gaetano Di Riso, Peppe Esposito, Luciano Ferrara, Salvatore Giunta, Mauro Fiore Kronstadiano, R.Filadoro/D. Gallone, Consiglia Giovine, Francesco Giraldi, Maria La Mura, Mario Lanzione, Silvana Leonardi, Franco Lista, Francesco Lucrezi, Gabriele Marino, Rosaria Matarese, Michele Mautone, Rita Mele, Mutandis, Maya Pacifico, E.Lucrezi/L.Pagano, Rosa Panaro, Peppe Pappa, Silvana Parente, Gloria Pastore, Aulo Pedicini, S.Perrella/A.Petti, Mario Persico, Carolyn Peyron, Ivan Piano, Antonio Picardi, Clara Garesio. Ellen G, Giuseppe Pirozzi, Teresa Pollidori, Annamaria Pugliese, Gualtiero Redivo, Carmine Rezzuti, Rosella Restante, Clara Rezzuti, Marcello Rossetti, Enzo Rusciano, Alba Savoi, Quintino Scolavino, Antonello Scotti, Eugenia Serafini, Grazia Sernia, P.Nasti/E.Silvestrini, Tony Stefanucci, Ernesto Terlizzi, Marianna Troisi, Ilia Tufano, Francesco Verio, Carla Viparelli.

 

NEW ENTRY A BENEVENTO: Nadia Basso


IL LIBRO CERCA CASA

27 febbraio ore 17,30 a casa di Paola, discuteremo e leggeremo brani da LA SCUOLA DELLA CARNE, il best seller di Mishima


Associazione Culturale TempoLibero - Via Nuova Pizzofalcone, 14 - 80132 Napoli - C.F.  95077860633 - info@associazionetempolibero.it